24/03/2013 – La Pro Recco Rugby, dopo una bellissima partita giocata nel fango e sotto la pioggia gelida del Beltrametti, deve cedere con il punteggio di 17-14 alla capolista Lyons Piacenza.
I tantissimi tifosi biancocelesti che hanno deciso di affrontare la trasferta non se ne sono pentiti, nonostante il risultato: supportati da un grande tifo, gli Squali hanno lottato, dato tutto e hanno sfiorato l’impresa di andare a vincere sul difficilissimo campo di una squadra dalle ottime qualità.

“La sconfitta brucia – spiega con amarezza coach Ceppolino – perché ci siamo andati davvero vicini e non posso che fare i complimenti ai miei ragazzi per la grinta messa in campo e per aver dimostrato di essere una squadra in grado di giocare ad un livello elevato, soprattutto per quanto riguarda la difesa. Purtroppo nel primo tempo non siamo stati in grado di disporci tatticamente nel modo migliore e non siamo riusciti a fare punti, al contrario dei Lyons che hanno invece sfruttato le loro due occasioni migliori”.

Il fischio d’inizio dell’arbitro Damasco apre le ostilità su un campo pesantissimo e sotto ad una pioggia gelida ed insistente. Al 7’ sono gli Squali ad avere la prima occasione per fare punti ma Agniel dalla piazzola non riesce a centrare i pali e dunque nulla di fatto (per il calciatore biancoceleste oggi 2/3, con due trasformazioni). Solo un minuto dopo, inizia il miglior momento dei Lyons, che riescono a passare per due volte al largo nel giro di soli sei minuti: all’8’ con Benelli e al 14’ con una corsa dell’ala Casalini; Haimona non trasforma e 10-0 (oggi per lui dalla piazzola 0/2). Il cronometro scorre e le due squadre si affrontano senza risparmiarsi, lottando nel fango e facendo i conti con inevitabili problemi di handling. Il punteggio non si muove e i primi quaranta minuti si chiudono sul 10-0.
Durante l’intervallo gli Squali e coach Ceppolino si confrontano negli spogliatoi, riordinano le idee e gli ospiti tornano in campo più determinati e concentrati che mai. Tanto che, dopo soli 48’’ di gioco, Juan Lopez riesce a stoppare un rinvio avversario a pochi metri dalla linea di meta e ad andare subito a schiacciare la palla prima di tutti; Agniel trasforma e 10-7. Il Recco in questa fase ha in mano il gioco: la mischia chiusa ha preso il sopravvento sul robusto pack avversario e i bianconeri sono meno precisi e più fallosi rispetto al primo tempo. Al 15’ su un avanzamento travolgente dei biancocelesti arriva la meta tecnica, agevolmente trasformata da Agniel per il momentaneo vantaggio ospite: 10-14. Le squadre sono sempre più provate dal campo, dal freddo e dall’intensità della partita, ma lottano su ogni palla e per ogni cm mentre il cronometro continua a girare. Il Recco continua a riuscire a gestire bene le touche ma perde smalto in mischia chiusa e, nel momento di massima sofferenza, al 70’ i Lyons riescono a guadagnarsi la meta tecnica che sarà decisiva per la vittoria: con la trasformazione di Mortali, fanno 17-14. Nell’ultimo quarto dell’incontro tutti i giocatori in campo, seppur ormai stremati, continuano ad affrontarsi a viso aperto e gli Squali cercano di ribaltare il risultato, ma senza successo. Il fischio finale dell’arbitro sancisce dunque la vittoria dei Lyons per 17-14 e lascia la Pro Recco fiera della sua prova ma con un forte amaro in bocca. Entrambe le squadre sono uscite dal campo tra i meritati applausi del numeroso pubblico presente: la partita è stata intensa, dura, difficile, equilibratissima ed estremamente corretta.

“Siamo usciti dal campo a testa altissima – continua coach Claudio – e mi assumo tutta la responsabilità per aver probabilmente commesso un errore nel timing dei cambi in prima linea, che ha contribuito a creare le difficoltà che ci hanno portato in sofferenza nella seconda metà del secondo tempo. I Lyons si sono dimostrati l’ottima squadra che conoscevamo e ci aspettavamo ma anche noi abbiamo dimostrato di meritare la posizione di classifica che occupiamo: la partita è stata estremamente equilibrata e, se l’avessimo vinta noi, sarebbe stato comunque un risultato giusto”.

Dopo la pausa pasquale, il riposo della Pro Recco Rugby si prolungherà di un ulteriore turno a causa del “buco” dovuto alla mancanza della partita contro il San Gregorio. Gli Squali torneranno dunque in campo solo il 14 aprile, a Firenze.

“Continueremo a lavorare come abbiamo fatto finora – conclude Ceppolino – per affrontare al meglio le cinque partite che ci mancano e per cercare di rimanere nei piani altissimi della classifica, a caccia di uno dei tre posti disponibili per i playoff. Siamo sempre secondi e la lotta è serratissima: siamo quattro squadre per tre posti e ci sarà da soffrire e stringere i denti fino all’ultima giornata. Noi abbiamo già affrontato tutti gli scontri diretti, mentre le nostre avversarie no: dobbiamo cercare di fare più punti possibile nelle partite che ci rimangono e alla fine vedremo come si concluderà questo nostro bellissimo campionato”.

Tabellino:

BANCA FARNESE LYONS PIACENZA – PRO RECCO RUGBY 17-14 (10-00)

Piacenza: 15 Rossi Matteo(Cap), 14 Chiozza Cristian (22° II° t. 21 Alfonsi), 13 Buondonno Andrea, 12 Haimona Kelly Joshua, 11 Casalini Lorenzo(18° II° t. 22 Montanari), 10 Mortali Michele, 9 Gaudenzi Lorenzo( 34° II° t. 20 Colpani), 8 Borroni Diego Mauro(V Cap), 7 Fornari Nicola, 6 Benelli Mirko8 37° II° t. 18 Petrusic), 5 Nucci Paolo( 26° II° t. 19 Nourou), 4 Baracchi Davide834° II° t. 17 Dadati), 3 Mortali Matteo, 2 Parmigiani Maurizio,1 Ferri Mattia( 1° II° t. 23 Schiavi).
All.ri Mozzani Bruno, Baracchi Davide.

Pro Recco Rugby:
15 Becerra Cristhian, 14 D’agostini Andrea, 13 Tassara Jacopo, 12 Agniel Bastien, 11Bisso Diego(13° II° t. 21 Breda), 10 Zanzotto Luca, 9 Villagra Lisandro, 8 Salsi Alessandro(V.Cap), 7 Orlandi Matteo, , 6 Lopez Juan, 5 Bonfrate Andrea, 4 Vallarino Mattia, 3 Galli Diego, 2 Noto Davide(Cap), 1 Casareto Alessio(13° II° t. 16 Sciacchitano).
All. Villagra Lisandro.

Marcatori: Io Tempo: 8° meta Lyons 6 Benelli, 14°meta Lyons 11 Casalini,
IIo Tempo: 1° meta Recco 10 Zanzotto tr 12 Agnel, 15° meta tecnica Recco tr 12 Agnel, 31° Meta tecnica Lyons tr 10 Mortali,

Arbitro: Damasco (Arezzo)

Risultati, classifica e prossimo turno:

SERIE A – GIRONE 1 – XVI TURNO
AEROPORTO DI FIRENZE RUGBY 1931 – ACCADEMIA NAZIONALE TIRRENIA 16 – 43 (0-5)
FRANK&MARSHALL C.U.S. VERONA RUGBY ASD – UNIONE RUGBY CAPITOLINA 08 – 09 (1-4)
BANCO DI BRESCIA RUGBY – RUGBY UDINE 10 – 15 (1-4)
ROMAGNA RFC – MODENA RUGBY CLUB 15 – 11 (4-1)
BANCA FARNESE LYONS PIACENZA – PRO RECCO RUGBY 17 – 14 (4-1)
Riposa: Rugby Rubano.

Classifica:
Lyons Piacenza punti 58; Recco punti 54; Unione Capitolina punti 53; Cus Verona punti 50; Accademia Nazionale Tirrenia punti 42; Udine punti 38; Romagna punti 25; Firenze e Brescia punti 23; Rubano punti 21; Modena 5.

Prossimo Turno Domenica 7 aprile 2013
Accademia Nazionale Tirrenia – Cus Verona; Unione Capitolina – Brescia; Modena – Lyons Piacenza; Rubano – Firenze; Udine – Romagna. Riposa: Recco.