Roma – La Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) è pronta a mettere in
scena il “gran finale” del suo 2018. Ormai ci siamo: domenica alle ore 15
allo stadio comunale di Spoleto si giocherà il test match tra la Nazionale
italiana e BARA (British Asian Rugby Association). Un evento messo in piedi
con la collaborazione dell’Asd Spoleto Rugby e il patrocinio del Comune
umbro. Al di là dei contenuti tecnici estremamente interessanti che questa
partita si porta dietro, sarà la prima volta della Nazionale di rugby a 13
“griffata” Sportika. Azienda leader nel settore del team business nata 37
anni fa, si occupa di creazione di linee personalizzate per società
sportive di calcio, rugby, basket e volley con materiali tecnici altamente
professionali che esaltano le qualità degli atleti. I prodotti sono di
produzione europea e utilizzano tessuti di alta tecnologia realizzati
sempre nel vecchio continente. «Fin da subito Sportika è stata al fianco di
importanti società, nazionali e campioni di molti sport – ribadisce il
fondatore e amministratore unico Carlo Crosio – Abbiamo avuto
collaborazioni con personaggi di spicco come George Weah e Taribo West e
con le nazionali di Liberia e Nigeria, ma siamo stati sponsor tecnico di
società di calcio come il Sassuolo (ben otto anni di legame con la famiglia
Mapei, ndr), di volley come Siena (rapporto tutt’ora in corso, ndr) e di
basket come la Reggiana (tutt’ora in corso, ndr). Nel rugby siamo stati
legati a realtà importanti del panorama nazionale come Alghero, Verona, Cus
Genova, Pro Recco e ora siamo orgogliosi di poter inaugurare questo accordo
con la Nazionale italiana di rugby a 13». Crosio non potrà essere presente
per il debutto ufficiale di Sportika con gli azzurri a causa di impegni di
lavoro già programmati che lo vedranno in Croazia. «Ma la nostra azienda
sarà rappresentata dal responsabile commerciale di Lazio e Campania Gianni
Botticelli. Io cercherò di essere a Roma al più presto per conoscere meglio
i vertici della Lirfl, ma siamo molto stimolati nell’intraprendere assieme
un discorso di comunicazione e di crescita che ovviamente preveda
l’ulteriore valorizzazione della nostra azienda. Per questo abbiamo
stipulato un accordo triennale: siamo rimasti ben impressionati dalla
struttura e dalla realtà del rugby a 13 italiano e della Lirfl, siamo
convinti che questa collaborazione possa essere molto fruttuosa nel tempo».

Area comunicazione Lega Italiana Rugby Football League

*Informazione ai sensi del Codice della Privacy (D.L. 196/2003) – Il vostro
indirizzo ci è pervenuto da pubblici registri, elenchi, atti o documenti
conoscibili da chiunque o a seguito di una vostra e-mail a noi indirizzata.
Il vostro indirizzo sarà utilizzato esclusivamente per inviarvi le nostre
comunicazioni e notizie e non sarà comunicato o diffuso a terzi. Nel caso
avessimo disturbato la vostra privacy, inviateci una e-mail ed il vostro
indirizzo verrà prontamente rimosso dalla nostra mailing list.*