Vittoria doveva essere e vittoria è stata. L’HBS GranDucato Parma Rugby si impone su L’Aquila per 53 – 13 al termine di una partita spettacolare dove i ducali hanno segnato ben sette mete ad un’Aquila mai doma, che fino all’ultimo secondo a provato a marcare punti.

Ora i ragazzi di de Marigny e Prestera ritornano in zona play-off, al quarto posto, scavalcando i cugini dei Crociati fermati a Roma e recuperando un punto sul Padova terzo.

In avvio di partita i padroni di casa hanno sofferto un po’ la pressione di dover fare bottino pieno e hanno commesso qualche errore che ha consentito agli ospiti di rendersi pericolosi, poi, al 12’ la meta che sblocca la partita, segnata da Onori che recupera un calcio a seguire di Gerber e arriva a schiacciare. Jones trasforma per il 7 – 0.

Intorno alla metà della prima frazione salgono in cattedra i calciatori: al 16’ è Paolucci che centra i pali, imitato da Jones al 22’ e due minuti dopo è ancora l’estremo aquilano a realizzare per il 10 – 6. Gli ospiti restano a contatto del punteggio, ma non mettono in difficoltà la difesa ducale.

Al 37’ Mayor realizza la sua prima meta italiana. Touche vinta da L’Aquila nei propri 22, ovale allargato che arriva a Crichton che prova un grabber, bloccato da Onori, abile poi a recuperare la palla e a guadagnare campo prima di riciclare per Mayor, bravo a dare sostegno e ad arrivare a schiacciare in mezzo ai pali. Jones trasforma per il 17 – 6 su cui si va al riposo, visto che Paolucci sbaglia un piazzato nei minuti di recupero.

La ripresa si apre con un altro calcio piazzato sbagliato dall’estremo nero verde, poi l’HBS GranDucato chiude la partita in dieci minuti. Al 6’ Jones centra i pali su calcio di punizione, al 12’ è Gerber che va a schiacciare in mezzo ai pali dopo un grandissimo riciclo di Dunbar, mentre al 15’ è Castagnoli che va in meta ricevendo l’ovale dall’apertura ducale abile a recuperarlo e ad arrivare vicino alla linea di meta. Jones trasforma entrambe le mete per il 34 – 6.

A questo punto i padroni di casa tirano un po’ il fiato e L’Aquila cerca in tutti i modi di riaprire la partita e va in meta con Subrizi al termine di un’azione insistita nei 22 ducali. Crichton trasforma e il punteggio è 34 – 13 per l’HBS GranDucato.

Intorno alla mezz’ora un altro uno-due dei ragazzi di de Marigny e Prestera. Al 28’ va in meta Goegan dopo che Barbieri mantiene l’ovale in mezzo a tre difensori e lo ricicla per il compagno, mentre al 32’ è Dusi a iscriversi sul tabellino marcatori ripartendo velocemente dalla base di un raggruppamento. Jones è preciso anche in questi due casi e fissa il risultato sul 48 – 13.

Negli ultimi minuti di gioco L’Aquila si butta in avanti cercando disperatamente di rendere meno pesante il passivo, ma la difesa dei padroni di casa tiene e, su palla recuperata, arriva, nei minuti di recupero, la settima meta di Onori, alla seconda personale e appena nominato Man of The Match, che vince la gara di velocità dopo un calcio lungo di Sintich. Questa volta Jones non trasforma e il risultato finale è di 53 – 13.

Da segnalare l’esordio con la maglia dell’HBS GranDucato Parma Rugby del terza linea Aldo Birchall, proveniente dagli Aironi, e la prima meta in campionata di Mayor, che sta continuando ad alzare il proprio livello di gioco partita dopo partita, ma tutti i ragazzi meritano una citazione per l’ottimo incontro disputato.

«Sono contento per i ragazzi», ha dichiarato il tecnico ducale de Marigny, «hanno faticato molto facendo un lavoro pesante per due settimane con il risultato che nel Trofeo Eccellenza abbiamo vinto a fatica con Venezia e perso male a Mogliano, ma i ragazzi hanno creduto in quello che stavamo facendo e i risultati si sono visti sul campo. Oggi hanno giocato una grandissima partita. Mi hanno detto i risultati delle altre squadre, ma io guardo solo in casa nostra. Adesso ci godiamo la vittoria poi riprendiamo a lavorare bene in queste 5 settimane di sosta».

«Sono contento del mio esordio, soprattutto perché la squadra ha giocato bene e abbiamo fatto cinquanta punti ad una squadra difficile da affrontare come L’Aquila», ha detto l’ultimo arrivato in casa HBS GranDucato Aldo Birchall.

Adesso la lunga sosta per il 6 Nazioni, poi si riprenderà il 13 marzo con la dura trasferta di Rovigo.

Marcatori: 12’ pt meta Onori, tr. Jones (GD); 16’ pt C.P. Paolucci (AQ); 22’ pt C.P. Jones (GD); 24’ pt C.P. Paolucci (AQ); 37’ pt meta Mayor, tr. Jones (GD); 6’ st C.P. Jones (GD); 12’ st meta Onori, tr. Jones (GD); 15’ st meta Castagnoli, tr. Jones (GD); 20’ st meta Subrizi, tr. Crichton (AQ); 28’ st meta Goegan, tr. Onori (GD); 32’ st meta Dusi, tr. Jones; 41’ st meta Onori (GD), nt

HBS GranDucato Parma Rugby: Jones, Sintich, Castagnoli (25’ st Dusi), Mayor, Onori, Gerber, Bronzini (25’ st Cigarini), Dunbar (cap), Caffini (16’ st Birchall), Barbieri, Du Plessis (10’ st Contini), Vella, Tripodi (1’ st Evans), Goegan, Rizzelli (29’ st Tripodi)

Non entrati: Denti, Scalvi, Silva

Allenatori: de Marigny – Prestera

L’Aquila Rugby: Paolucci (19’ st Menè), Di Massimo, Lorenzetti, Giampietri, Brumana (10’ st Di Biase), Crichton, Hostiè, Zaffiri (cap), Di Cicco (10’ st Johnson), Calcagno, Cialone, Nicolli (10’ st Long), Lombardi, Subrizi (34’ st Fagnani), Massafra

Non entrati: Breglia, Cecchetti, Rathore

Allenatore: Di Marco

Arbirtro: Mancin (Frascati) – Giudici di linea: Castagnoli (Livorno) e Laurenti (Bologna) –  Quarto Uomo: Zucchi (Livorno)

Note: spettatori 300 circa, cielo coperto campo in buone condizioni – Man of The Match Onori (HBS GranDucato)

Cartellini: 30’ pt giallo a Giampietri (L’Aquila); 18’ st giallo a Dunbar (HBS GranDucato)

Calciatori: HBS GranDucato Parma Rugby: Jones C.P. 1/2, tr. 6/7 – L’Aquila Rugby: Paolucci C.P. 2/4; Crichton tr. 1/1

Punti guadagnati: HBS GranDucato Parma Rugby 5 – L’Aquila Rugby 0